Connect with us

Marco Palombini | Digital Marketing

Marco Palombini | Digital Marketing

10 brand più influenti del 2017

General

10 brand più influenti del 2017

La lista dei 10 brand più influenti del 2017. Scopriamo insieme quali sono le aziende che riescono ad avere più impatto sulle scelte dei consumatori.

Ogni anno Interbrand stila la classifica dei migliori brand del mondo. Nel 2017 si conferma il dato di fatto che la tecnologia traina l’economia mondiale e le aziende che investono in sviluppo e servizi tecnologici ottengono i migliori risultati.

Tra i 10 brand più influenti del 2017 troviamo per il quinto anno di fila Apple e Google che si alternano tra le prime due posizioni. Nella top 10 solo Coca-Cola rappresenta un business non legato alla tecnologia, che va a collocarsi tra i colossi Microsoft e Amazon.

Quest’anno nella top 100 stilata da Interbrand nuovi ingressi importanti da parte di Ferrari (n°88) con 4,9 miliardi di dollari, Netflix (n°78) con 5,6 miliardi e SalesForce.com (n°84) con 5,2 miliardi di dollari.

Il marchio italiano più influente nel mondo si conferma Gucci al n°51 con un valore stimato di 9,96 miliardi di dollari.

Criteri di valutazione dei brand

La classifica si basa su tre componenti chiave che contribuiscono al valore cumulativo di un brand:

  • La performance finanziaria dei prodotti e dei servizi del brand
  • Il ruolo che il brand gioca nell’influenza della scelta del cliente
  • La forza che il brand ha di imporre un prezzo più alto sul mercato e garantire guadagni per l’azienda

“In questo contesto in continua evoluzione, la crescita diventa più impegnativa, per cui le imprese hanno bisogno più che mai di brand riconoscibili e affermati. Le migliori aziende del mondo capiscono che i brand sono la piattaforma per la crescita”. Jez Frampton, Chief Executive Officer di Interbrand.

Classifica dei 10 brand più influenti del 2017

1) Apple 184,2 miliardi di dollari

In testa alla classifica il brand di Steve Jobs. Con un incremento del 3% rispetto all’anno precedente e un valore stimato di 184 miliardi di dollari. Il colosso californiano deve il su successo alla vasta gamma di prodotti che rappresentano praticamente dei sotto-marchi della mela, che suscitano ad ogni nuovo lancio l’attenzione di milioni di persone: il 63% del fatturato Apple deriva dalle vendite dell’I-phone, l’11% dal Macbook, il 10% dall’Ipad e il restante dalla commercializzazione di servizi e accessori. Apple non è solo un brand ma un modo di essere e vivere la tecnologia.

 

2) Google 141,7 miliardi di dollari

In seconda posizione il brand che ha rivoluzionato l’utilizzo del web e aperto le porte delle informazioni e dei dati a miliardi di persone. Google cresce del 6% rispetto all’anno precedente, il suo fatturato è determinato dall’88% dalla vendita di servizi pubblicitari. I continui investimenti in ricerca e tecnologia e una grande capacità di realizzazione di servizi utili e intuitivi alla portata di tutti ha permesso al brand di affermarsi come simbolo di qualità e garanzia: se hai un dubbio o devi cercare qualcosa “vai su Google”.

LEGGI ANCHE  Come fare assistenza clienti con Facebook

 

3) Microsoft 79,9 miliardi di dollari

Microsoft incrementa a doppia cifra: +10% rispetto all’anno precedente. L’azienda fondata da Bill Gates rafforza il brand grazie anche al collocamento strategico, perseguito negli anni, su diversi mercati in crescita. Non solo Office ma anche XBox, Surface, Windows Server e una serie di servizi e prodotti sapientemente brandizzati e pubblicizzati.

 

4) Coca-Cola 69,7 miliardi di dollari

Scende del 5% rispetto all’anno precedente ma si conferma comunque uno dei brand più straordinari e forti mai esistiti. Infatti, nonostante sia l’unica azienda a non lavorare sul fronte della tecnologia, riesce a collocarsi in quarta posizione. Il brand Coca-Cola è ormai un’istituzione e il prodotto risulta essere il più venduto al mondo con ben 2 miliardi di bottiglie servite ogni giorno.

 

5) Amazon 64,8 miliardi di dollari

Crescita molto importante quella di Amazon. Con un +29% si dimostra uno dei brand più in ascesa ed entra di diritto nell’immaginario di milioni di persone come sinonimo di efficienza e sicurezza. Il marketplace di Amazon genera il 72% del fatturato del colosso di Seattle. Ma Amazon non è solo e-commerce: il 18% del suo fatturato è prodotto dal circuito Media (Advertising) e il 9% dai servizi di AWS (Amazon Web Service). Secondo molti analisti, la società di Jeff Bezos, sarà la prima azienda al mondo a fatturare in un solo anno più di mille miliardi di dollari.

6) Samsung 56,2 miliardi di dollari

Il brand Sud Coreano, da anni considerato il rivale numero uno di Apple, ha segnato una crescita del 9% rispetto all’anno precedente. Il dato è segnato dalle vendite più che positive dello smartphone Galaxy S8 e S8 Plus ma anche da un’affermazione di qualità ed affidabilità in termini di tecnologia. Oltre ai TV ed elettrodomestici vari sempre molto apprezzati dai consumatori, Samsung ha investito molto in chip e microprocessori di qualità trovando degli importanti acquirenti come Facebook, Amazon e Alibaba che hanno la necessità di aumentare le capacità di immagazzinamento dati.

LEGGI ANCHE  Instagram cambia logo

 

7) Toyota 50,3 miliardi di dollari

L’azienda giapponese scende del 6% nel 2017 ma si conferma il primo brand automobilistico del mondo. Il successo di Toyota e del suo brand è dovuto ad una consapevolezza lato clienti del valore e della solidità dell’azienda. Toyota infatti si è sempre distinta sul mercato delle auto per scelte coraggiose e innovative: la scelta di produrre macchine ibride risale a più di 20 anni fa e questo dimostra come investire in tecnologia aumenti considerevolmente il valore del brand.

 

8) Facebook 48,3 miliardi di dollari

Facebook entra per il primo anno in top ten con un incremento straordinario del +48%. Già l’anno precedente l’incremento dell’azienda era stato su questi valori. La crescita è dovuta all’aumento di fatturato generato dalla vendita di servizi pubblicitarie. Il network di Facebook, composto tra gli altri anche da Instagram e Whatsapp, sta iniziando a dare i suoi frutti in termini economici; ogni giorno arrivano aggiornamenti sulle piattaforme social che hanno il duplice obiettivo di continuare a migliorare l’esperienza di utilizzo degli utenti e al contempo di facilitare l’accesso alle aziende al sistema di advertising. Del resto, con oltre 2 miliardi di utenti iscritti a Facebook, 800 milioni a Instagram e più di 1 miliardo e mezzo su Whatsapp, l’azienda si configura come leader mondiale dei media digitali.

10) Mercedes-Benz 47,8 miliardi di dollari

La casa automobilistica tedesca raccoglie sotto al proprio brand appassionati di gare, amanti del lusso e imprenditori. La crescita rispetto all’anno precedente è del 10% ed è trainata dai successi del team in Formula 1 e dall’incremento sensibile delle vendite dei veicoli commerciali. Il brand Mercedes è da anni sinonimo di eleganza, forza e affidabilità e proprio su questi concetti investe in ricerca e sviluppo continuando a rimanere saldamente nelle prime posizioni dei brand più influenti al mondo.

9) IBM 47,8 miliardi di dollari

IBM viene da anni di flessione del fatturato determinati anche e soprattutto dal fatto che per creare tecnologia occorre tempo ed investimenti considerevoli. L’azienda statunitense infatti ha operato però un netto cambio di strategia passando dalla produzione di super-computer e server allo sviluppo di sistemi di cloud e intelligenza artificiale. Questo, unito al fatto che il brand è riconosciuto da anni come simbolo di tecnologia all’avanguardia, permette all’azienda di rimanere saldamente nella classifica dei 10 brand più influenti del 2017

 

...

Lascia un commento

Nasco Analogico ma cresco Digital. Sono un consulente e formatore in digital marketing. Negli anni mi sono occupato di grafica, advertising, social media marketing con un focus sull'analisi e la gestione dei Brand. Attualmente collaboro con aziende e liberi professionisti, aiutandoli a crescere e ad affermare la propria immagine sul web.

To Top